#TimeHop, ex e sogni.

coleen-image-1-763229375

Guardare le foto dei tuoi ex prima di andare a dormire è un po’ come magiare peperonata alle 22. Non puoi certo sperare di fare un sonno sereno la notte successiva.

Da alcune settimane ho installato TimeHop, e per uno come me che vive nel passato, i primi giorni mi sembrava una manna.

Grazie a TimeHop ogni giorno hai una bacheca (tipo quella di Facebook) in cui una volta collegati tutti i social, puoi vedere cosa hai postato, scattato, scritto o taggato, nello stesso giorno di tutti gli anni precedenti (finchè nei social ve n’è traccia ovviamente) e per uno come me a cui piace ricordare di cosa è l’anniversario, che scrive messaggi agli ex a distanza di 5 anni dal primo incontro per ricordare loro che è successo oggi, che manda foto alla gente scattate anche 8/10 anni prima, la stessa App è un visibilio.

Ad esempio pochi giorni or sono avevo, tra le tante in bacheca, una foto di un evento di due anni fa, al quale ero andato con un ragazzo. Questa foto (che i più guarderebbero senza capirne il significato) mi ha ricordato che un paio di giorni prima eravamo stati a letto per l’ultima volta. Gli ho mandato la foto e Tac: 5 minuti dopo avevo un invito a cena. E chi si sarebbe mai ricordato di quel giorno? Di lui? Che mi doveva una cena?

Io probabilmente no: La mia memoria si sofferma sulle grandi cazzate, e dimentica le mille cose importanti.

Son abbastanza maniacale da ricordare date “importanti”, e non ricordare perché so che è una data da ricordare. E allora solitamente, siccome non riesco a darmi pace, scatta la caccia alle foto di Facebook, di Instagram, ai Tweet, ai messaggi nel Backup dei cellulari. Perché se so che è successo qualcosa, se so che è una data importante, mi piace ricordarla con un sorriso e sapere perché sono felice.

E’ per questo che TimeHop lo consulto al mattino, così poi ho tutto il tempo per pensare al resto, e concedermi un sonno sereno a fine giornata. E invece ieri sera mentre ero fuori con un amico, ho ricevuto quello che credo fosse il primo messaggio vocale da Lore. Ma non che mi si fosse sconvolta la vita con quel vocale, sia chiaro.

Poi stanotte ho fatto un sogno.

E siccome se faccio un sogno, ho il brutto vizio di svegliarmi nel cuore della notte e scriverlo, sono rimasto esterrefatto quando alle 8.30 di stamattina quel sogno mi è piombato alla mente così dal nulla, ma non era stato dettagliatamente scritto nel cuore della notte sul cellulare.

Tra le note solo un appunto che ieri mancava: “08/04: Stanotte ho sognato ****: Lo guardavo ma non sapevo cosa dire.”

Annunci

4 pensieri su “#TimeHop, ex e sogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...