Quando ai tuoi amici non piace il ragazzo con cui esci.

gelosia-sintomi

Fingiamo che sia un assioma: I tuoi amici devono amare il ragazzo con cui esci.

Ma sarebbe pura utopia. Anzitutto perché dovremmo capire se ai nostri amici non piace il nostro ragazzo, o non piace che abbiamo un ragazzo. E in secondo luogo, loro dovrebbero conoscere il nostro ragazzo bene come lo conosciamo noi.

Gli amici sono una parte fantastica della tua vita. Ti aiutano nei momenti difficili e festeggiano con te quando sei felice. Per questo dovrebbero essere innamorati quasi quanto te del tuo ragazzo, in un mondo perfetto.

Eppure spesso ai tuoi amici non piace il ragazzo con cui stai. E se vogliamo un mondo perfetto, questa cosa stona parecchio.

Anzitutto credo sia importante distinguere gli amici a cui non piace il tuo ragazzo, da quelli a cui non piacerebbe nessun ragazzo. Non fraintendete, i secondi forse sono i migliori: Non vogliono che tu soffra, e non vogliono che qualcuno ti ferisca. Non vogliono che passi più tempo con lui che con loro, e non vogliono essere trascurati. Evitano quindi di uscire con te e con lui se siete insieme, con la scusa del “non voglio fare il reggi-candelina”. Purtroppo però sono anche quegli amici che non vogliono davvero che tu sia felice, che si sforzano di trovare un difetto in qualunque ragazzo tu possa conoscere. Ammettiamolo: Essere con qualcuno che ci ama è una cosa bellissima. Certo, non dobbiamo trascurare gli amici.

E poi ci sono quelli che non conoscono il nostro ragazzo come noi, e quindi non capiscono cosa troviamo in questa persona con cui passiamo così tanto tempo. E automaticamente vedono solo quello che non gli piace di lui. E non dico da un mero punto di vista fisico. A volte proprio lo detestano. Il che sembra un totale controsenso, me ne rendo conto. Controsenso che spesso ci fa pensare che forse i nostri amici ci conoscono meglio di quanto noi conosciamo noi stessi. E che vedendoci da fuori sanno giudicare se un ragazzo fa per noi o no. Pensiamo che riescano a vedere il nostro feeling, che riescano a capire se abbiamo qualcosa in comune. E pensiamo che ci riescano nel tempo di un caffè, mentre noi usciamo con un ragazzo che ci piace per settimane prima di iniziare a fare sul serio.

Ora, facciamo un gioco di immaginazione: Immaginate come state bene accoccolati sul divano con il vostro ragazzo. A come sorridete guardandovi negli occhi. A come vi piacciano gli odori e a come il vostro viso sia rilassato. A come i vostri occhi brillino. A come ci siano tante cose che vi legano a lui, che non si possono esprimere a parole. A come vi rendete conto di stare con lui: Così bene.

Probabilmente state pensando a quei momenti intimi, quelli di cui non parlate con gli amici. Quelli che si dimenticano più facilmente a volte, perché li viviamo quando stanno succedendo, e non li raccontiamo mai a nessuno perché vogliamo siano solo nostri. Vogliamo conservarli: Eppure li dimentichiamo. E ci tornano a mente solo quando leggiamo cose come queste e diciamo tra noi “cavolo, ero proprio felice..”.

I nostri amici non possono vivere quei momenti. Eppure credo siano quelli i momenti migliori della vita di coppia. I momenti più importanti, quelli che più ci uniscono.

In compenso i nostri amici vivono i litigi con il nostro ragazzo, gli raccontiamo di quando non ci scrive, o non ci risponde. Di quanto invece magari ci scriva sempre nei momenti più inopportuni. Raccontiamo loro di quella cosa stupida che ha fatto perché vogliamo riderci sopra, o perché cerchiamo una spalla che ci appoggi. O gli raccontiamo di quel ragazzo carino che abbiamo visto al supermercato, o di quel barman che ci ha offerto da bere. Insomma: raccontiamo le cose superficiali, quelle non davvero importanti. Non diciamo che dopo un secondo che abbiamo accettato il drink, abbiamo pensato al nostro ragazzo e ci siamo sentiti in colpa.

È comprensibile quindi che ai nostri amici non stia simpatico il ragazzo che frequentiamo. Che lo vedano magari sotto una cattiva luce, sebbene noi ne vorremmo parlare come se fosse un Dio in terra.

Per quanto ci sforziamo di pensare ai ragazzi con cui siamo usciti, soprattutto a quelli che ci piacevano molto, se abbiamo mai fatto l’importante passo di presentarli ai nostri amici, beh avremo vissuto un momento di puro terrore. Non voglio pensare a quanto terrore possa esserci nel presentare un ragazzo che ci piace poco, mi sembra infatti ovvio che per presentarlo ai propri amici quel ragazzo deve piacerci parecchio.
Che agli amici piaccia il nostro ragazzo, è una cosa che stiamo fingendo sia importante: l’abbiamo detto prima. Eppure spesso sappiamo non sarà così.

Non voglio certo dire che “nessuno dei miei ragazzi è mai piaciuto a nessuno dei miei amici”. Ma è anche vero che nessuno è mai piaciuto a tutti, o quasi: Ce n’è uno che ad esempio piaceva a tutti. Ma proprio tutti. Ogni volta che esco con qualche amico finisce sempre che mi chiedano se l’ho più sentito, se l’ho più visto. Se mi ha più scritto. E poi ce n’è uno che non è mai piaciuto a nessuno. Lo odiavano tutti e lo chiamano ancora oggi “lo stronzo” le rare volte che si parla di quel lontano capodanno, o di quando siam stati a ballare in quel posto quella notte di settembre.
Eppure del primo non parlo mai, nonostante i miei amici lo “tirino sempre in ballo”, dell’altro ne parlo spesso proprio perché loro lo disprezzano. Non lo faccio per dar loro fastidio, lo faccio perché essendo un mio ex merita il dovuto rispetto. E lui era proprio quello che a loro non piaceva, ma dovrebbero rispettarlo comunque. In fondo è stato un mio ragazzo.

Ai nostri amici, prima che vedano il nostro “uscente” per la prima volta, non raccontiamo mai o quasi di quanto siamo stati bene davanti a un film, o di quanto siamo dolci nei nostri messaggi del buongiorno. Non raccontiamo di tutte quelle piccole cose che lo rendono speciale, che lo fanno stare al centro del nostro cuore.

Eppure ci aspetteremmo che loro, in pochi minuti lo amassero quasi quanto lo amiamo noi. Cosa che abbiamo finto fosse un assioma, ma che in realtà.. Non è poi così importante.
Perché non sono loro quelli che dividono la giornata di pioggia con lui, ne quelli che lo vedono al mattino appena svegli, ne quelli che dolcemente gli danno la buonanotte con un bacio e poi lo abbracciano finché non si chiudono gli occhi sperando di sognarlo.

 

Quindi certo, sarebbe bello che ai nostri amici piacesse il nostro ragazzo, tuttavia che questa cosa fosse importante è stato per tutto il tempo un finto assioma, e lo sarà sempre.

Annunci

Un pensiero su “Quando ai tuoi amici non piace il ragazzo con cui esci.

  1. Pingback: How to Recognize a Bestie When You Have a Bestie | Those Men...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...