Quando il tuo ragazzo ti lascia per tornare con il suo ex.

crying
Essere lasciati per un ex dev’essere veramente molto brutto, e sono fortunato: Non mi è mai successo che qualcuno mi lasciasse per tornare con un suo ex. O almeno, finora.

Se vi stavate chiedendo quali novità ci fossero nella mia vita da neo-single, eccone una.

Questa settimana, sono stato contattato da gay.tv, per occuparmi della loro rubrica sulla Posta del Cuore. Non mi sentivo la persona più adatta in questo momento, ma ho deciso di accettare comunque l’incarico. Le lettere non hanno tardato ad arrivare, e il primo a meritarsi la mia risposta, è Michael, un ragazzo 25enne che non conosco e che è appena stato lasciato dal suo ragazzo, perché dopo un anno di relazione lo “storico ex” dell’altro (quello con cui il ragazzo di Michael prima di conoscerlo aveva passato 5 anni) é tornato dal mondo dei “morti”.

Vi riporto uno stralcio della lettera, e uno stralcio della risposta. Se volete leggere la versione intera potete trovarla qui.

Ciao Steve,
(…) Ci siamo conosciuti come in un film: al supermercato! Nemmeno i nostri amici ci credevano. Ci siamo praticamente fidanzati da subito! Stesse passioni, stesso modo di vedere la vita, entrambi romantici e convinti di aver trovato il Grande Amore: insomma, un sogno. Finché. Finché nella sua vita torna un ex. Erano stati fidanzati per cinque anni, ma in modalità on/off. Era sempre lui a lasciarlo, tradendolo o accampando scuse, fino a che non l’ha mollato per sempre… circa due mesi prima che ci conoscessimo. Ora questo ex bastardo si è rifatto vivo, prima con messaggi, poi – ho scoperto – si sono addirittura incontrati! (…) Dopo un po’ il mio ragazzo me lo ha detto, e ha aggiunto di sentirsi “confuso”, mi ha confessato che “non sa più cosa prova per me” e che “forse non lo ha mai dimenticato”. (…)

 

Ciao Michael,

Grazie per avermi scritto. Sicuramente sfogarsi e sentire un parere da parte di qualcuno completamente esterno può aiutarti a vedere la cosa da un punto di vista differente.

Ed proprio per farti vedere la situazione da una diversa prospettiva, che voglio raccontarti un piccolo aneddoto della mia vita… Sono stato un po’ di anni fa con un ragazzo che mi sembrava fantastico, era il primo vero amore, quello con cui sogni davvero di passare tutta la vita e di stare per sempre. Con cui sogni le vacanze al mare, le belle serate davanti al camino nello chalet in montagna, e magari un paio di marmocchi che gattonano per l’appartamento in città. L’ho conosciuto come te, davvero per caso: Durante una passeggiata nelle campagne vicine casa mia, un’amica comune ci ha presentati e ci siamo messi a parlare. Uscendo qualche sera dopo, abbiamo cominciato a capire che ci piacevamo…
Ci siamo frequentati per quasi un anno e quando siamo stati pronti, ci siamo a vicenda concessi la verginità, e qui diresti: “Perfetto, che bella coppia!”.
E invece ci siamo lasciati dopo poche settimane in malo modo, dopo un periodo in cui ci era successo veramente di tutto. Abbiamo smesso di parlarci durante una vacanza, e siam stati 3 settimane al mare da soli, condividendo lo stesso letto, senza rivolgerci parola se non un “buondì” il 14esimo giorno. Ero comprensibilmente arrabbiato con lui per aver rovinato tutto e perché non voleva parlarmi, ma non potevo certo costringerlo: Quindi ho semplicemente rinunciato! Quando siamo rientrati a casa, ho sbattuto la portiera dell’auto, e non l’ho più cercato.
I primi giorni sapevo sarebbero stati duri, e per non pensaci mi son iscritto a gay.tv (quando ancora era una community). Qui lo stesso pomeriggio ho conosciuto un altro ragazzo con cui son uscito la sera stessa per un drink e una passeggiata, e ci siamo piaciuti subito. Quando eravamo insieme da quasi sei mesi, dopo un battibecco, mi sono ritrovato per un solo attimo a pensare a quanto odiavo il ragazzo con cui stavo prima e a quanto ero fortunato ad aver trovato qualcuno che finalmente mi amasse come credevo di meritare. Dovrebbe sembrare una cosa bella “Odio il mio ex, e son contento di stare con il mio ragazzo: Fantastico!”.
E invece la cosa mi ha sconvolto: ancora odiavo il mio ex. E non mi sembrava una cosa che potesse avere senso, in fondo la mia vita era cambiata e del mio ex non avrebbe dovuto importarmi. Mi son rimangiato il pensiero dell’ex in un baleno, cercando di non pensare a cosa volesse dire provare ancora qualche sentimento di rancore nei confronti di un ex. Ma il giorno dopo è successo nuovamente di pensare a lui, e quello dopo ancora. E più cercavo di non pensarci, più mi concentravo su quanto stavo bene con il mio nuovo ragazzo… più quanto ero stato male per l’ex mi sembrava lontano, e quanto ero stato innamorato del mio ex mi sembrava forte. Mi son chiesto se forse i sentimenti per l’altro non erano stati più forti che per questo, se forse non avevo mollato tutto troppo presto.
Dopo qualche giorno ho rivisto il mio ragazzo, e ci siamo rappacificati, ma nella mia mente quel dubbio ancora mi assillava e ho voluto essere onesto e dirgli che non mi sentivo più innamorato del mio ex (che non sentivo ne vedevo da sei mesi, il famoso giorno che sbattei la portiera), ma che volevo lasciare anche lui perché i sentimenti per l’ex erano stati più forti che per lui, e quindi non ero convinto il nostro fosse vero amore. E ti voglio ripetere che non avevo nemmeno la minima idea di volermi rimettere con il mio ex. Era solo una questione di sentimenti: era stato un amore troppo importante.
E non m’importava quanto il mio ragazzo mi amasse e l’altro no.

Penso che tu da questa storia possa imparare qualcosa: a volte alcune storie finiscono non perché ci sia qualcosa di sbagliato in una persona, ma semplicemente perché quello che c’era prima è molto forte e si fa fatica lasciarlo andare.

Capita magari la notte, di scoprirsi sovrappensiero a pensare dolcemente al proprio ex, anche se mi si era comportato malissimo, anche se ci aveva tradito, anche se ci aveva fatto del male… Magari all’inizio pensiamo a lui con compassione, o con disprezzo, ma poi pensandoci giorno dopo giorno, ci rendiamo conto che forse se avessimo provato a capire, ad ascoltarlo, o semplicemente fossimo stati vicini di più, le cose non sarebbero andate così…

Essere lasciati per un ex dev’essere veramente molto brutto, e sono fortunato: Non mi è mai successo che qualcuno mi lasciasse per tornare con un suo ex. Però se vuoi il mio parere posso dirti quello che farei io… Continua qui >>

 

Annunci

5 pensieri su “Quando il tuo ragazzo ti lascia per tornare con il suo ex.

  1. “Il bastardo del suo ex”? No tesoro, il bastardo è proprio il tuo ragazzo. Perché vedi, gente del genere rimane incollata all’ex vita natural durante. E non importa quanto lui possa essere perfido, stronzo, ipocrita, avrà sempre un certo ascendente su di lui. È inutile fargli capire che con te può essere felice. Con te non sarà mai felice, perché l’altro farà capolino nella sua mente ciclicamente. Perdona il cinismo, ma apri gli occhi…

    • Concordo pienamente, molte persone sono masokiste, piace sentirsi ignorate, sentirsi maltrattate e sempre in bilico e ci sono persone sadiche a cui piace questo gioco.. finkè ci sarà questo ci sarà interesse.. e purtroppo vedo ultimamente solo persone csi..

  2. immagino il tuo dolore!!! ma passerà e tu troverai la tua forma! non la vostra o di qualcun’altro! la tua e allora sarai tu sempre nella tua vita a gestire le cose!

  3. Cucciolo! Mi dispiace tanto, mi è successa una situazione simile, so come ci si sente. Vorrei darti conforto ma purtroppo non so chi sei! Un bacione..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...