Primeggiare è Gay?

Ho sempre creduto che non mi fosse mai importato molto di quello che diceva o pensava la gente.
E se mi dovessero chiedere ora "Ti interessa quello che X dice di te?" risponderei un secco "No.".
Ma dentro di me sento che non è esattamente così.
Con il passare degli anni mi son trovato a osservare lati di me che non avevo mai visto: cose che non pensavo mi appartenessero e che invece erano proprio li, dentro di me e "dietro" i miei occhi. Le ho scoperte grazie agli amici, agli amanti, alle persone che mi hanno fatto crescere. Le ho scoperte camminando sul "sentiero della vita". E oggi, mentre chiudevo la porta del mio ufficio e passeggiavo per andare al caffè dietro l’angolo a comprare le sigarette, ho preso in mano il portafogli firmato e ho guardato come eran disposte all’interno le banconote. Ho fatto PLING in quell’istante. Quel Pling del genere "Idea!". Ma non era esattamente un’idea. Era una cosa atroce stile autobus che ti tramortisce.
Non stavo guadando se avevo dentro i soldi, stavo guardando come erano disposti, ovvero stavo pensando se la ragazza del caffè, vedendomi pagare con 20 euro e 50 centesimi, la abbondante quantità di cinque pacchetti di sigarette, avrebbe notato che nel mio portafogli non vi erano solo quei soldi. E non soddisfatto della posizione, avevo anche spostato la cartamoneta per metterli in ordine dal più piccolo al più grande e far vedere meglio quanti erano.
Assurdo. NON E’ DA ME.
E per assurdo è una cosa che mi sto rendendo conto di aver fatto almeno un centiaio o anzi un migliaio di volte.
Quindi se mi interessa davvero cosa pensa la ragazza del caffè, mi importa anche di cosa dicono le altre persone? Sarei ipocrita stavolta a rispondere negando.

E allora se mi importa… perchè fumo?
Partiamo dal presupposto che i non fumatori tendenzialmente non apprezzano i fumatori, mentre questi secondi se ne fregano altamente se qualcuno tra loro non fa uso di sigarette (tranne me SE non ho superato il quarto drink: in tal caso se c’è qualcuno che abitualmente non fuma sono abbastanza cortese da chiedere se dia fastidio).  Ipoteticamente non sarebbe più saggio non fumare? Anzi peggio ancora, la stessa cosa che io ritenevo cortesia, non è in realtà un modo per sbattere in faccia ai presenti "IO FUMO"? E se quando mi dicono "il fumo uccide" io rispondo "Si, ma lentamente e non ho fretta di morire!" lo dico solo per scherzare o per sbattergli in faccio "IO FUMO"?

Allora cos’è questo esattamente? Forse per assurdo quindi fumare e chiedere il permesso è un modo per Primeggiare.
E quante volte in un giorno cerchiamo di primeggiare davvero in qualcosa? Ed è insito nella natura umana o ancor peggio nella natura gay?

Non posso fare a meno di pensare ad un concorso di "bellezza" che si terrà tra pochi giorni, di cui mi hanno parlato ieri sera in un club sul veronese.
Il titolo è "Il migliore Lato B" ovvero un gioco durante la serata di chiusura dell’invernale OutLimits a Brescia, in cui i partecipanti, possono mettersi dietro una tenda forata e mostrare il Lato B. Al più applaudito un premio di 100€. Semplice – divertente – interessante. Mentre me ne parlavano seduti al bancone con il nostro cocktail in mano e la sigaretta nell’altra (si il club è un po’ particolare e si può fumare all’interno… non guardatemi male), non ho potuto fare a meno di pensare "Lo faccio!".
Proseguendo nel discorso ci siamo poi chiesti ad alta voce "perchè" qualcuno dovrebbe desiderare partecipare… e sono uscite due motivazioni: Per "i 100€, cifretta allettante" e per "Mha si, ci facciamo una risata". E proprio mentre un ora dopo mi stavo alzando per tornare a casa, e ho sussurrato a Maurizio che magari avrei partecipato davvero, mi dice di colpo "e perchè?" e io in risposta immediata "per vedere se vinco e dimostro che il mio culo è più bello degli altri."

E questo è voler primeggiare? Temo proprio di si.
E se mi dovessero chiedere ora "Ti interessa quello che X dice di te?" ORA
risponderei un triste "Si".

Annunci

Un pensiero su “Primeggiare è Gay?

  1. Credo che a tutti interessi il parere degli altri, anche ai menefreghisti. Semplicemente: la gente ti circonda, ci devi vivere. Ci importa cosa gli altri pensano di noi: è ‘normale’. Perchè? Davvero, non lo so (spero tu non lo prenda come uno spunto di riflessione, mi sentirei colpevole^^). So solo che è così, che succede. Perchè ci piace essere compiaciuti, assecondati, considerati. Ci piace Primeggiare.Quindi, Stefano: Primeggiare non è SOLO Gay.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...